testata per la stampa della pagina
skyline piazza castello con scritta casale è viva
 

Piano Qualificazione Urbana - Piazza Mazzini

l'area interessata dagli interventi

L'area

 

Piazza Mazzini, baricentro del centro storico e luogo di forte identità per i Casalesi, costituisce l'intervento cardine del P.Q.U., in quanto la piazza rappresenta la confluenza urbana delle principali direttrici viarie di maggior densità commerciale (via Roma, via Lanza e via Saffi) e, presentandosi come il "cuore" della città di Casale Monferrato, è il luogo eletto a essere il fulcro dell'attività commerciale della città, candidandosi ad accogliere le manifestazioni e gli eventi straordinari del rilancio.

 
 

Il progetto

La riqualificazione urbana prevede un intervento incentrato sul totale rifacimento delle attuali pavimentazioni, dell'arredo urbano e in parte dei sottoservizi, nell'intento di migliorare l'ambiente, restituendo alla cittadinanza un contesto riorganizzato e rifunzionalizzato in relazione alle attività insediate sui fronti strada, a quella di transito sul piano carraio, di sosta, di aggregazione e passeggio sulle fasce pedonali.

 
 
vista d'insieme del progetto di piazza Mazzini

Pavimentazione
Il progetto prevede di ridefinire il piano piazza in corrispondenza della zona libera centrale, attuando il rifacimento delle preesistenti pavimentazioni e delle aree di contenimento, eliminando l'attuale pavimentazione in cubetti di porfido, materiale non facente parte della tradizione locale, da sostituire con una nuova pavimentazione lapidea tradizionale.
Il campo centrale, perimetrale rispetto al monumento, sarà realizzato con un'omogenea pavimentazione in cubetti in pietra di Luserna, posati a disegno semplice (ad archi contrastanti e/o a coda di pavone), e garantirà una fascia di rispetto e un ampio parterre, utile in occasione delle manifestazioni e degli eventi che la piazza accoglie.
La superficie libera sarà estesa, oltre al campo centrale, anche a un anello perimetrale pavimentato con un lastricato di pietra di Luserna, con finitura "piano spacco", che permetterà di definire il nuovo piano piazza e che sarà destinato a ospitare, sul sedime libero, i dehor che stagionalmente occupano parte dello spazio pubblico.
Assecondando le vocazioni dell'area, in prossimità delle zone porticate, sui i due lati a bordo piazza maggiormente frequentati, rispettivamente sulla prosecuzione di via Roma e sul fronte longitudinale, adiacente a via Guala, saranno realizzate due fasce pedonali attrezzate, collegate dove è localizzata l'edicola dei giornali, pavimentate con un lastricato di pietra di Luserna.
Nelle zone perimetrali, soggette al transito veicolare, si prevede infine il mantenimento e il parziale ripristino dell'attuale pavimentazione in cubetti di porfido.

 
prospetto del progetto di piazza Mazzini

 
Arredo urbano e illuminazione
Nelle zone perimetrali della piazza, saranno realizzate le aree destinate ad accogliere le sedute pubbliche e l'arredo urbano.
In particolare, dopo aver rimosso i preesistenti e impattanti lampioni, sulle aree pedonali è prevista la posa di panchine e fioriere, localizzate sul fronte maggiormente frequentato, antistante i portici di via Roma e in corrispondenza della fascia pedonale attrezzata adiacente a via Guala, che non presenta sempre un irraggiamento diretto solare e che, durante la stagione estiva, è maggiormente esposta alle ombre portate dagli edifici.

 
panchine utilizzate in piazza mazzini

Si esclude l'impiego di panchine tradizionali, ma le sedute pubbliche dovranno essere realizzate con disegno lineare, impiegando materiali lapidei (pietra di Luserna)e acciaio verniciato tinta corten, con forme che favoriscano la seduta e l'aggregazione rispetto a quelle preesistenti, mentre le fioriere saranno realizzate utilizzando elementi metallici prefabbricati, che rievocheranno la forma delle citroniere, utilizzate nella tradizione per adornare le residenze patrizie.

 

Il risultato

piazza mazzini
piazza mazzini
piazza mazzini
piazza mazzini notturno
 
 

Il video della riapertura della piazza

 
 
 
 
Ultima Modifica: 26 Ottobre 2017