testata per la stampa della pagina

Certificazione energetica

La certificazione energetica attesta la prestazione o rendimento energetico di un edificio, cioè il fabbisogno annuo di energia necessaria per soddisfare i servizi di climatizzazione invernale ed estiva, riscaldamento dell'acqua calda sanitaria, ventilazione e illuminazione secondo utilizzi standard, dipendente dalle caratteristiche di localizzazione, posizione, isolamento termico e dotazione impiantistica dell'edificio stesso.
 
La certificazione energetica reca anche delle raccomandazioni per migliorare le prestazioni energetiche dell'alloggio/edificio. Il rendimento energetico di un edificio è espresso da un indicatore fondamentale chiamato indice di prestazione energetica annua (misurato in kWh/m² per destinazione d'uso residenziale oppure in kWh/m3 per altre destinazioni d'uso), che consente una classificazione di merito degli edifici.
 
Quadro normativo
La certificazione energetica è stata introdotta dalla Direttiva Comunitaria 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia come strumento di informazione del pubblico e trasparenza del
mercato immobiliare, con l'obiettivo di orientare costruttori, proprietari e inquilini a prediligere edifici caratterizzati da standard elevati di efficienza energetica, in vista dei connessi vantaggi economici e ambientali, come già attuato con la marcatura di caldaie e prodotti elettrici ed elettronici.
La Direttiva comunitaria è stata recepita nell'ordinamento nazionale dal d.lgs. 192/2005 esuccessive modifiche ed integrazioni (tra le principali è possibile citare il d.lgs 311/2006 e la legge 133/2008), che hanno dettato regole e criteri generali di riferimento. Successivamente, in data 26 giugno 2009, grazie ad un decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, sono state approvate le Linee Guida Nazionali sulla certificazione energetica.
La Regione Piemonte, in forza della competenza legislativa concorrente in materia energetica, ha disciplinato la certificazione energetica, attuando le direttive europee e la legislazione nazionale, con la legge regionale 28 maggio 2007 n. 13. Successivamente sono entrate in vigore la D.G.R. n. 43-11965 "Disposizioni attuative in materia di certificazione energetica degli edifici ai sensi dell'articolo 21, comma 1, lettere d), e) ed f)" e la D.G.R. 1-12374 "Modifiche ai Paragrafi 3.2., 4.1, 4.2, 4.4 e 5.1. dell'Allegato alla deliberazione della Giunta regionale 4 agosto 2009, n. 43-11965 in materia di certificazione energetica degli edifici" le quali definiscono le modalità operative per certificare un immobile e i requisiti dei professionisti abilitati all'iscrizione all'elenco regionale dei certificatori energetici. Le disposizioni attuative regionali in materia di certificazione energetica degli edifici sono entrate in vigore rispettivamente il 01 e il 20 ottobre 2009.

Per farsi redigere la certificazione energetica di un edificio occorre rivolgersi ad un certificatore iscritto nell'apposito elenco regionale:

 
 
 
 
Ultima Modifica: 26 Ottobre 2017
Valuta questo sito: Rispondi al questionario