testata per la stampa della pagina

OPPORTUNITA' PER LE IMPRESE

 

Bando "Agevolazioni per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, riservate alle imprese mai associate ai Poli di Innovazione"

Logo regione piemonte

A chi è rivolto?
L'iniziativa è rivolta alle imprese che alla data di apertura del Bando non siano mai state associate ai Poli di Innovazione Piemontesi ma che si impegnino ad associarsi a uno o più Poli in caso di ammissione a finanziamento del  progetto proposto.
I progetti finanziabili devono riguardare le aree tematiche indicate nel Bando "Agevolazioni per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, riservate alle imprese associate ai poli di innovazione"  approvato con determinazione dirigenziale n. 643 del 26/10/2016 e disponibile alla seguente pagina: www.regione.piemonte.it/industria/por14_20/asse_I_az_1b12ricercaPoli.htm

ATTENZIONE.
Il bando prevede che  "ciascuna impresa proponente dovrà presentare, unitamente alla domanda e quale documento obbligatorio a pena di inammissibilità, una attestazione da parte del Soggetto Gestore del Polo associato all'area tematica di riferimento circa la coerenza del progetto presentato con la propria Agenda Strategica di Ricerca e la candidabilità dell'impresa all'ingresso nel Polo".

 
 
 

Incentivo Occupazione Giovani

incentivo occupazione giovani

Per i giovani dai 16 ai 29 anni non inseriti in un percorso di studio o formazione, è stato previsto un nuovo incentivo per l'assunzione di lavoratori registrati al "Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani", la cui gestione è demandata all'Inps.

L'incentivo può essere riconosciuto per le assunzioni a tempo determinato e indeterminato effettuate tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2017, nei limiti delle risorse specificamente stanziate e per le assunzioni effettuate nell'intero territorio nazionale, con esclusione della Provincia Autonoma di Bolzano.

La circolare 40 del 28 febbraio 2017  dell'INPS illustra la disciplina emanata e fornisce le indicazioni operative per la fruizione dell'incentivo. In particolare vengono individuati i datori di lavoro che possono accedere al beneficio, i lavoratori ai quali spetta l'incentivo, l'ambito territoriale di applicazione e gli importi stanziati. Indicati anche i criteri di coordinamento con altri incentivi, il procedimento di ammissione e i relativi adempimenti a carico dei datori di lavoro.

L'incentivo sarà autorizzato dall'Inps in base all'ordine cronologico di presentazione delle istanze. Il modulo telematico di richiesta dell'incentivo sarà reso disponibile entro 15 giorni dalla data di pubblicazione della circolare.

 
 
 

Bonus tutoring aziendale per le aziende

Il progetto di formazione e occupazione Fixo è in favore dei giovani in transizione istruzione-lavoro e volte allo sviluppo del placement nelle scuole, università e nei centri di formazione professionale.

Secondo quanto previsto dal bando ufficiale pubblicato sul sito di Italia Lavoro, le risorse messe a disposizione sono pari ad € 16.000.000,00 per coprire i costi di tutoring aziendale sostenuti dalla aziende nello svolgimento di contratti di apprendistato di 1° livello ovvero per percorsi di alternanza scuola lavoro.

I requisiti richiesti sono:
- i datori di lavoro privati che abbiano effettuato, tramite proprio personale, attività di tutoraggio per contratti di apprendistato di 1° livello ossia per percorsi di alternanza scuola/lavoro, avviati a partire dal 1 gennaio 2016, solo e esclusivamente se attivati in collaborazione con i CFP e/o Enti di Formazione Professionale.  

Le risorse sono suddivise per tipologia di tutoraggio:
* fino a un massimo di € 3000 per tutoraggio aziendale, attuato per 12 mesi in un contratto di apprendistato di primo livello;
* fino a 500 euro annui per attività di tutoraggio aziendale riferibile a percorsi di alternanza scuola lavoro.

Per ottenere il bonus in relazione a un contratto di apprendistato di 1° livello devono essere effettuate almeno 48 ore di tutoring aziendale per ogni singolo apprendista in massimo 180 giorni contigui.
Per i percorsi di alternanza scuola lavoro invece sono richieste almeno 16 ore di tutoring aziendale per ogni singolo apprendista.
In entrambe le ipotesi, ulteriori ore di tutoring aziendale effettuate dallo stesso apprendista e nello stesso periodo non saranno coperte dal bonus.

La domanda di contributo bonus va presentata dal 1° agosto 2016 a partire dalla ore 10 da parte di datori di lavoro privati che hanno effettuato attività di tutoring aziendale.

Per inviare la domanda utilizzare esclusivamente il link qui riportato.

SCADENZA delle domande 29 dicembre 2017.

 
 
 

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato a marzo 2016 una completa Guida alle AGEVOLAZIONE PER LE IMPRESE

 
 
 

L'Erasmus per le PMI: il progetto Mobilise SME

logo del progetto europeo MobilseSme

Il progetto "MobiliseSME", che si propone di analizzare la mobilità transfrontaliera dei dipendenti delle micro, piccole e medie imprese all'interno dell'Unione Europea e i benefici economici da essa derivanti. Più in particolare, "MobiliseSME" vuole verificare la fattibilità del progetto e la sperimentazione di uno schema europeo, avvicinando la mobilità transfrontaliera dei dipendenti delle imprese al successo del programma di mobilità giovanile nell'Unione Europea Erasmus+. 
Gli obiettivi di "MobiliseSME" sono l'aumento della competitività delle imprese, la conoscenza, per i dipendenti, dei sistemi di lavoro e di formazione all'interno di imprese europee del loro stesso settore commerciale, la capacità di "fare rete" sia per i dipendenti che per le imprese, la creazione di nuove opportunità commerciali fra imprese stesse, la concreta possibilità di conoscere una nuova lingua. Infatti, il programma è finanziato da "Progress", un asse del programma europeo per l'occupazione e l'innovazione sociale "EaSI".
Partner del progetto, sotto la guida della "Confederazione europea delle PMI", sono le associazioni commerciali di Belgio, Estonia, Francia, Germania, Italia, Romania, Spagna, Turchia ed Ungheria.

"MobiliseSME" ha un calendario di attività suddiviso in tre step:
Già è stato pubblicato online un questionario dove le micro, piccole e medie imprese possono esprimere le loro attese sul programma. 
Attualmente in tredici paesi dell'Unione Europea sono stati attivati gruppi di riflessione composti da imprenditori per approfondire le indicazioni provenienti dal sondaggio. 
Da novembre 2016 a giugno 2017 avrà luogo la vera e propria sperimentazione di scambi transfrontalieri fra i dipendenti delle imprese all'interno dell'Unione Europea, che permetterà una prima valutazione, sia per gli imprenditori (che ospitino lavoratori di altre aziende o che permettano ai propri di confrontarsi con un altro scenario di impresa) sia per il personale, dei benefici acquisiti dall'esperienza. In tal modo si potrà cominciare ad analizzare la possibilità di creare uno schema unico europeo sulla mobilità transfrontaliera dei dipendenti delle imprese che possa ambire a diventare un programma comunitario finanziato. 
Su Cliclavoro puoi approfondire le opportunità offerte da Erasmus+ per imprenditori, strumento utile per acquisire la conoscenza della gestione di impresa nell'Unione Europea.

 

Agevolazioni per le imprese a cura della Regione Piemonte

Programma degli interventi del Fondo Regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese - Sezione Commercio

logo della Regione Piemonte

Obiettivo del Programma degli Interventi è quello di sostenere investimenti mirati allo sviluppo ed alla qualificazione delle micro e piccole imprese commerciali.

Possono richiedere l'agevolazione le micro e piccole imprese commerciali, operanti nei seguenti settori:

* Commercio al dettaglio;
* Somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
* Rivendita di giornali e riviste;
* Agenti e rappresentanti di commercio.

Sono ammissibili gli investimenti di importo minimo pari a € 20.000 e che rientrino in una delle seguenti  tipologie:

a) Innovazione gestionale e tecnologica;
b) Introduzione di un sistema di qualità certificabile;
c) Formazione ed aggiornamento professionale;
d) Costituzione di nuove imprese o nuovi punti vendita;
e) Rinnovo di attrezzature e/o impianti.


Le domande devono essere inviate via Internet, compilando il modulo telematico reperibile sul sito www.finpiemonte.info con decorrenza dal 01/03/2016.
Entro 5 giorni lavorativi dall'invio telematico della domanda il file di testo della stessa, messo a disposizione dal sistema a conclusione della compilazione on line, deve essere trasmesso a Finpiemonte, insieme agli allegati obbligatori, secondo una delle seguenti modalità:

a. via PEC all'indirizzo finanziamenti.finpiemonte@legalmail.it;
b. via posta cartacea tramite raccomandata A/R o corriere espresso indirizzata a Finpiemonte S.p.A, Galleria San Federico, 54, 10121 Torino, previa stampa e firma autografa del legale rappresentante.

Informazioni e chiarimenti sui contenuti del Programma e le modalità di presentazione delle domande possono essere richiesti a Finpiemonte tramite il form di richiesta presente all'indirizzo web www.finpiemonte.it/urp oppure chiamando il numero 011/57.17.777 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 12:00.
http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2016/03/siste/00000076.htm
Modulistica approvata con determina dirigenziale 14 Gennaio 2016, n. 9

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2016/03/suppo1/00000083.htm

 
 
 

Disposizioni speciali relative al settore dell'apicoltura - Programma regionale anno 2015-2016.

Con il Programma regionale di attuazione del Reg. (CE) 1234/2007 la Regione intende attivare l'azione B3 lotta alla varroasi (acquisto arnie con fondo a rete) per consentire il miglioramento dell'apicoltura in Piemonte. Acquisti finanziabili: arnie con fondo a rete.

Le domande devono essere presentate, nel periodo che verrà fissato dalle Province competenti per territorio, presso i rispettivi Assessorati Provinciali Agricoltura, secondo le modalità stabilite nel bando, utilizzando il modello predisposto da AGEA con codice a barre (scaricabile dal sito del SIAN, area pubblica, al seguente indirizzo: http://www.sian.it/portale-sian/attivaservizio.jsp?sid=166&pid=10&servizio=Scarico+Moduli&bottoni=no completato con la documentazione richiesta nel bando e con le dichiarazioni utili per l'assegnazione del punteggio non oltre il 15 aprile della campagna di riferimento.

Possono accedere alla concessione dei contributi per l'azione B3 gli apicoltori singoli o associati in regola con la denuncia di possesso alveari, in possesso di partita IVA (per attività apistica o agricola) alla data di presentazione della domanda e di iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio, che conducano almeno 52 alveari, rilevati dall'ultimo censimento apistico regionale, e che abbiano costituito il fascicolo aziendale presso un CAA con regolare mandato. I richiedenti devono avere la disponibilità di locali di lavorazione dei prodotti dell'alveare (smielatura) in regola con le norme igienico-sanitarie se di proprietà, o in alternativa dimostrino di operare in ambienti in regola con le norme igienico-sanitarie se di terzi.

 
 
 
 

Assunzioni agevolate per giovani genitori

logo inps

E' nuovamente disponibile il Bonus giovani genitori, disoccupati o precari, che riconosce una "dote" di 5.000 euro ai datori di lavoro che li assumono con contratto a tempo indeterminato, anche a tempo parziale.
I giovani genitori interessati devono registrarsi nella banca dati INPS, da cui le Aziende possono selezionare i lavoratori beneficiando dell'incentivo all'assunzione. Il datore di lavoro può attivare con questa agevolazione fino a cinque assunzioni e il Bonus è cumulabile con altri eventuali incentivi o sgravi.

A chi è rivolto

Giovani genitori di età inferiore ai 35 anni, con figli minori, naturali o adottivi, o affidatari di minori che devono essere: disoccupati iscritti a un Centro per l'Impiego in seguito alla cessazione di un rapporto di lavoro precario o occupati con rapporto di lavoro subordinato (non a tempo indeterminato) o con contratto di collaborazione coordinata e continuativa.
Come iscriversi
I giovani che intendono iscriversi alla "Banca dati per l'occupazione dei giovani genitori" devono seguire le seguenti modalità: accesso al sito INPS www.inps.it , richiesta online o al Numero Verde 803164 del Codice Identificazione personale (PIN) collegamento diretto alla sezione dei "servizi per il cittadino" del sito dell'INPS, compilazione di un modulo di iscrizione alla Banca dati.I datori di lavoro che intendono assumere i giovani iscritti nella Banca dati devono compilare la richiesta online mediante il modulo disponibile presso il Cassetto previdenziale delle Aziende del sito INPS.

 
 
 
 
 

220 milioni di euro per le PMI italiane - Strumenti finanziari InnovFin

Le piccole e medie imprese (PMI) italiane potranno accedere più facilmente al capitale di rischio grazie al nuovo strumento di garanzia sui prestiti firmato a giugno dal Fondo europeo per gli investimenti (FEI) con il gruppo italiano Credem, che consentirà alla banca di concludere nei prossimi due anni nuovi accordi di prestito con le PMI e con le piccole imprese a media capitalizzazione per un totale di 220 milioni di euro.

I prestiti per finanziare le attività di innovazione saranno garantiti fino al 50% dal Fondo europeo per gli investimenti e dall'Unione europea nell'ambito della garanzia InnovFin per le PMI, che si rivolge alle imprese in fase iniziale e di sviluppo. La garanzia fa parte della nuova generazione di strumenti finanziari sostenuti da Orizzonte 2020, il programma quadro dell'UE per la ricerca e l'innovazione

http://ec.europa.eu/italy/news/2015/20150601_prestiti_ue_italia_it.htm  

 

Bonus Under 29

E' stato pubblicato il bando per la concessione di contributi economici alle aziende che assumono giovani disoccupati tra i 16 e i 29 anni. Il bonus occupazionale Garanzia Giovani sarà gestito dall'Inps ed è rivolto ai contratti di lavoro, a tempo indeterminato e determinato, stipulati entro il 30 giugno 2017.
Gli incentivi per le assunzioni Garanzia Giovani sono rivolti ai datori di lavoro privati che assumono giovani registrati al Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani, di età compresa tra i 16 ed i 29 anni, che abbiano assolto l'obbligo scolastico e siano disoccupati o inoccupati, e non inseriti in percorsi di studio o formazione.

CONTRATTI AMMISSIBILI:
Sono ammissibili al finanziamento le assunzioni a tempo indeterminato e quelle a tempo determinato almeno semestrali, effettuate anche se l'agenzia somministratrice non usufruisce di una remunerazione per l'attività di intermediazione ed accompagnamento al lavoro, in relazione alla medesima assunzione. Sono esclusi dagli incentivi bonus occupazionale, i contratti di apprendistato ed il lavoro domestico, intermittente, ripartito e accessorio.
Le sovvenzioni economiche Garanzia Giovani avranno un importo da stabilire in base alle tipologie di contratti e lavoratori, ma, indicativamente, potranno variare tra i 1.500 e i 6.000 Euro, secondo quanto indicato nel bando.
I datori di lavoro interessati a richiedere il bonus assunzioni Garanzia Giovani devono presentare una domanda preliminare all'INPS, attraverso l'apposito modulo di istanza on-line "GAGI", disponibile all'interno dell'applicazione "DiResCo - Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente", raggiungibile attraverso il portale Servizi Online dell'Istituto, previa registrazione al sito web, selezionando le voci "per tipologia di utente", "aziende, consulenti e professionisti" e "servizi per le aziende e consulenti", autenticandosi mediante codice fiscale e codice pin personale, e seguendo il link "dichiarazioni di responsabilità del contribuente".

Circolare INPS del 3 ottobre 2014 (link esterno)

 
 
 

Concessione di finanziamenti a tasso agevolato per società cooperative

Modalita' e procedure per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato alle soc. cooperative (PMI), escluse quelle di abitazione, che operano nei settori economici ammissibili diversi dal settore della produzione agricola primaria:
http://www.regione.piemonte.it/lavoro/imprendi/coopera/marcora.htm

 
 
 
Ultima Modifica: 26 Ottobre 2017
Valuta questo sito: Rispondi al questionario