testata per la stampa della pagina

Chiarimenti circa i cumuli sulle sponde del Canale Lanza

In merito ai cumuli di fanghi depositati sulle sponde del Canale Lanza, creatisi a seguito degli interventi di manutenzione effettuati dall'Ente Gestore - la Coutenza Canali Lanza, Mellana e Roggia Fuga - si comunica che il Comune di Casale Monferrato, con diverse ordinanze, ha da mesi imposto la messa in sicurezza preventiva e la caratterizzazione (si tratta di un intervento necessario per accertare la presenza di amianto), in attesa delle istruzioni per lo smaltimento.

Il Ministero dell'Ambiente infatti, nel corso di un apposito tavolo tecnico aveva chiarito che l'intervento di rimozione non poteva essere compreso nell'ambito del programma di bonifica del SIN di Casale Monferrato e quindi a carico del Comune; inoltre i cumuli sono classificati come fanghi di dragaggio, una tipologia di rifiuto che non è possibile conferire nella discarica cittadina (nota del Ministero del 31 gennaio 2018).

Spiega l'assessore all'ambiente Cristina Fava: «Sentita la Prefettura di Vercelli, è seguita quindi una nuova ordinanza - sempre diretta alla Coutenza -, per la rimozione e lo smaltimento dei suddetti cumuli, coperti con appositi teli. Poiché la Coutenza ha evidenziato di non poter procedere, per motivi economici, deve subentrare la Regione Piemonte. Nel caso non intervenga quest'ultima in tempi brevissimi, siamo pronti a procedere "in danno": il Comune di Casale Monferrato provvederà a sue spese per poi rivalersi sulla Regione».


Casale Monferrato, 3 maggio 2018

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ultima Modifica: 03 Maggio 2018
Valuta questo sito: Rispondi al questionario