testata per la stampa della pagina

Paraboloide: la valorizzazione

Il Monferrato Casalese è senza dubbio uno dei più ricchi di tracce della storia dell'industria del cemento che da fine '800 ha rappresentato una forza egemone nell'area. Industria che porta all'affermazione di Casale Monferrato come Capitale Nazionale della Calce e del Cemento, titolo confermato tutt'ora e uno fra i punti cardine del recente approdo nella top ten delle città candidate a Capitale Italiana della Cultura 2020.

Grazie al finanziamento di Polo del '900|Compagnia di San Paolo, è stato ampliato il museo diffuso esistente e la rete sentieristica de Le Vie del Cemento (www.ilcemento.it) e valorizzato il Paraboloide di Casale Monferrato, simbolo assoluto della storia del cemento, tassello significativo della storia del lavoro e dell'uomo nel corso del '900, soprattutto se contestualizzato al "boom economico" del dopoguerra, che ha visto l'Italia protagonista dello sviluppo europeo.

Il Paraboloide diventa così una porta per la valorizzazione delle architetture e le storie del cemento monferrino: sia dal punto di vista delle architetture e delle decorazioni architettoniche urbane che dei luoghi produttivi di archeologia industriale: sentieri, miniere, percorsi, testimonianze culturali.

Per farlo abbiamo creato un tour virtuale accessibile (https://experientia.coperniko.com/paraboloide/it/page/paraboloide/tour), offrendo contenuti di approfondimento e un'esperienza in remoto fruibile a tutti e che consente la visita agli spazi sotterranei del Paraboloide. Ci siamo riusciti grazie alla collaborazione con l'agenzia di comunicazione innovativa AT-MEDIA che ha ideato e implementa costantemente la tecnologia Coperniko. Si tratta del primo algoritmo brevettato vincitore del premio Innovazione SMAU che permette di interagire con i vostri device tramite il solo movimento della testa (tracciamento facciale). Un modo innovativo, divertente ed utile di navigare che rappresenta un nuovo punto di partenza della fruizione dei contenuti che questi siano foto o video a 360°, documenti o siti web completi.

La struttura del Paraboloide interpreta a pieno le possibilità del calcestruzzo armato che, all'inizio del secolo scorso, fu riconosciuto come una delle scoperte più importanti dell'ingegneria strutturale. Esso consentì agli ingegneri di superare i limiti considerati fino allora insuperabili dalle strutture cosiddette pesanti (realizzate cioè in pietra o mattoni) sia in termini di luce coperta, sia in altezza, e raggiungere le snellezze caratteristiche delle strutture metalliche.

Il Paraboloide di Casale Monferrato è un gioiello di architettura moderna. Un'edificio pensato come una macchina, la cui forma accompagna le fasi produttive e ottimizza la filiera che unisce eleganza delle proporzioni all'intelligenza delle soluzioni funzionali. Firmato dall'Ingegnere Radici, di Bergamo, nel 1921 ha segnato la storia dell'architettura in quanto prima struttura a volta parabolica costruita in Italia e oggetto di studio da parte di Pierluigi Nervi. La sua costruzione fu ultima nel 1923 e utilizzato da Italcementi fino al 1948 senza interruzioni anche durante la Seconda Guerra Mondiale. Successivamente l'impianto è stato dismesso, i forni spenti e l'area è stata alienata e utilizzata come deposito di legname fino agli anno '80. Abbandonata è stata oggetto di trasformazione urbana negli '80 e l'area è stata abbattuta ad accezione del paraboloide che rimane, testimone di un fenomeno architettonico europeo unico nel suo genere.

 
 










 
 
 
Ultima Modifica: 21 Maggio 2018