testata per la stampa della pagina
.
 

Via Fratelli...

I toponimi trattati di seguito presentano una caratteristica comune, ovvero l'intitolazione a due o più fratelli caduti al fronte nel corso della Prima Guerra Mondiale. Il tempo ha affievolito la memoria del loro sacrificio, di cui rimane, però, evidente traccia non solo in archivi storici e database, ma anche nelle pagine della cronaca locale relativa al triennio 1915-18.

Fratelli Armani
Fratelli Bagna
Fratelli Caire
Fratelli Costa
Fratelli Pagliotti
Fratelli Parodi (in questa pagina)

 
 

Fratelli Parodi - Approfondimenti

 
 

FRATELLI PARODI

I fratelli Parodi rimarranno lungamente ricordati nei fasti casalesi della Prima Guerra Mondiale. 
Erano quattro fratelli, tutti sotto le armi. Quasi contemporaneamente alla madre, Pippo (all'anagrafe Giuseppe) morì combattendo sul Medio Isonzo il 19 febbraio 1917; aveva trentasei anni e militava come soldato semplice nel trentasettesimo reggimento di fanteria. A lui seguirono, il 9 maggio dello stesso anno, Francesco Umberto e, successivamente, Giovanni. Giulio rimase a combattere sul fronte, facendo ritorno, unico superstite, al termine della guerra.
Francesco Umberto, tenente del 4° reggimento bersaglieri, aveva 23 anni ed era studente di belle lettere; come fu ottimo scolaro e cittadino, così fu ottimo ufficiale quando il dovere lo chiamò a servire la Patria; infatti si era guadagnato la medaglia d'argento a S. Lucia ed era stato proposto per la promozione a capitano per meriti di guerra.
Giovanni (classe 1888), caporale del 6° genio ferrovieri, morì nell'ospedale militare di Bologna il 27 ottobre 1918, in seguito alle gravi ferite riportate al fronte. 

 
 

Link

 
 










 
 
 
Ultima Modifica: 15 Novembre 2018