testata per la stampa della pagina

Lotta alle zanzare

Dal 2007 il progetto di lotta alle zanzare è gestito da IPLA S.p.A., società controllata della Regione Piemonte.
Sempre dal 2007 il progetto di lotta in risaia è totalmente finanziato da Regione e Province (nel 2011 solo Regione): nasce così il Progetto Regionale Unitario di Lotta alle Zanzare in Risaia, che vede interventi su poco oltre 40.000 ettari di risaie coltivate su 5 province (Alessandria, Biella, Torino, Novara e Vercelli). Ai trattamenti aerei si sono affiancati quelli da terra effettuati direttamente dagli agricoltori nel corso di normali operazioni agronomiche (semina, concimazione, diserbo) in coincidenza delle infestazioni. Purtroppo molte infestazioni non sono concomitanti con gli interventi agronomici e l'intervento aereo rimane insostituibile. Dal 2010 oltre agli elicotteri sono operativi degli aeroplani che distribuiscono prodotti biologici larvicidi granulari.

Le attività svolte
- Monitoraggio zanzare autoctone ed esotiche (zanzara tigre).
- Aggiornamento mappatura focolai.
- Trattamenti larvicidi dei focolai.
- Trattamenti larvicidi e sperimentazione in risaia.
- Trattamenti adulticidi a richiesta.
- Indagini di presenza virus West Nile.
- Piano operativo contro la diffusione di Dengue e Chikungunya.
 
I trattamenti larvicidi
Le risaie casalesi rientrano nel Progetto Regionale Unitario di lotta (40.000 ha di cui 23.000 gestiti dal Centro Operativo di Casale). Altra novità è il contributo dato alla lotta dagli agricoltori nei trattamenti delle prime fasi colturali.

Risultati
Analizzando i dati registrati dalle stazioni di monitoraggio sparse sul territorio del Monferrato, della pianura Casalese e del basso Vercellese, si osserva come la principale specie molesta del territorio (Ochlerotatus caspius) fosse ancora in espansione nei primi anni di progetto, nonostante l'inizio dei trattamenti in risaia. Poi, dal 2007, si è assistito ad una rilevante diminuzione, più evidente nella zona sud del comprensorio.
Per quanto riguarda le zanzare del genere Culex, la riduzione è risultata essere più progressiva, ma costante.

 

Il progetto in cifre

Anno
I comuni aderenti
Il territorio coinvolto
I tecnici impiegati
2007
28
58.364 ettari + risaie
7 + 57in risaia
2008
34
66.652 ettari + risaie
8 + 56 in risaia
2009
33
59.278 ettari + risaie
8 + 56 in risaia
2010
43
67.909 ettari + risaie
9 + 58 in risaia
2011
43
67.909 ettari + risaie
9 + 56 in risaia

 

Approfondimenti:

Per maggiori informazioni:

Rivolgersi ad IPLA s.p.a Ipla

 
 
 
Ultima Modifica: 05 Gennaio 2018
Valuta questo sito: Rispondi al questionario