1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Comune di Casale Monferrato
  1. Home page del sito
  2. Vai alla mappa del sito
  3. Versione stampabile della pagina

Contenuto della pagina

Il Monferrato degli Infernot, patrimonio dell'umanità UNESCO

gli infernot di Cella Monte
Gli infernot - tratta da "La rete museale MoMu"

«Una eccezionale testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite, dei processi di vinificazione, di un contesto sociale, rurale e di un tessuto economico basati sulla cultura del vino. I vigneti di Langhe-Roero e Monferrato costituiscono un esempio eccezionale di interazione dell'uomo con il suo ambiente naturale: grazie ad una lunga e costante evoluzione delle tecniche e della conoscenza sulla viticoltura si è realizzato il miglior adattamento possibile dei vitigni alle caratteristiche  del suolo e del clima, tanto da diventare un punto di riferimento internazionale. I paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato incarnano l'archetipo di paesaggio vitivinicolo europeo per la loro grande qualità estetica».

È questa la motivazione ufficiale dell'iscrizione con cui il 22 giugno 2014 il I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe - Roero e Monferrato sono diventati il 50° sito italiano iscritto nella Lista del Patrimonio mondiale dell'UNESCO.
Il sito ha una estensione territoriale di oltre 10 mila ettari ed è formato da 6 componenti: Langa del Barolo, Colline del Barbaresco, Nizza Monferrato e il Barbera, Canelli e l'Asti Spumante, Castello di Grinzane Cavour, Monferrato degli infernot.
Il Monferrato degli infernot è una porzione del territorio monferrino caratterizzata da una particolare concentrazione della singolare e pregevole tipologia di architettura caratterizzata da locali scavati nella Pietra da Cantoni.
I Comuni riconosciuti patrimonio dell'Unesco per la componente riguardante gli infernot sono Camagna Monferrato, Cella Monte, Frassinello Monferrato, Olivola, Ottiglio, Ozzano Monferrato, Rosignano Monferrato, Sala Monferrato e Vignale Monferrato.



 
logo paesaggi vitivinicoli patrimonio unesco

Il Comune di Casale Monferrato ha aderito all'Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato (ente responsabile della gestione del sito, designato dall'UNESCO e dal Ministero per i Beni culturali), dal momento che nel territorio individuato come fascia di rispetto - la c.d. buffer zone - rientrano le frazioni di Roncaglia e San Germano con una vasta area circostante, che arriva in alcuni punti a pochi chilometri dalla core zone. Nel territorio comunale ci sono numerosi vigneti e alcune aziende del settore vinicolo; una delle sedi dell'ENOTECA REGIONALE DEL MONFERRATO è ospitata al Castello dei Paleologi. Ma soprattutto occorre ricordare che il Museo Civico ha creato da anni la rete museale MoMu (Monferrato Musei), che già riunisce e coordina molte realtà culturali dell'area Unesco a partire dall'Ecomuseo di Cella Monte; alla rete aderisce anche il Sacro Monte di Crea, a sua volta proclamato già in precedenza Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

Per informazioni :
Ufficio Cultura, tel. 0142.444223
Ufficio Turismo, tel. 0142.444305 - lgallea@comune.casale-monferrato.al.it

 
 
 
Particolare della buffer zone casalese patrimonio dell'Unesco
Particolare della buffer zone casalese patrimonio dell'Unesco (rielaborazione da Google Maps)
 
 

Link utili

Siti Unesco

 

I promotori

 

I Comuni

 

Link interni

 

Eventi

 
 

Materiale di approfondimento