1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Comune di Casale Monferrato
  1. Home page del sito
  2. Vai alla mappa del sito
  3. Versione stampabile della pagina

Contenuto della pagina

Passi avanti per la Vercelli - Casale

stazione casale monferrato

Le strategie congiunte tra Enti locali sono sempre più importanti e ne è ulteriore prova quanto emerso dall'ultimo colloquio dei sindaci di Vercelli, Maura Forte, e di Casale Monferrato, Titti Palazzetti, con l'assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco

Balocco ha potuto confermare a Forte e Palazzetti che la Regione Piemonte intende promuovere prima dell'estate la sottoscrizione di un protocollo d'Intesa con Regione Lombardia, Enti locali interessati, RFI e Trenord che preveda l'assunzione di precisi impegni per la riattivazione delle linee sospese Casale-Mortara e Casale-Vercelli, secondo un cronoprogramma definito dalle tempistiche necessarie alla risistemazione dell'infrastruttura ferroviaria.
La previsione è di riattivare la Casale- Mortara entro giugno 2018 e la Casale-Vercelli, che richiede lavori più complessi, entro dicembre 2018, affidando a Trenord l'estensione dell'esercizio anche su queste linee.

Per l'assessore Francesco Balocco questo protocollo conferma l'impegno della Giunta Regionale alla riattivazione di alcune delle linee sospese sulla base di modelli di esercizio economicamente sostenibili elaborate con il contributo dell'Agenzia della Mobilità Piemontese e del territorio. 

Per Maura Forte e Titti Palazzetti si tratterà di "un primo significativo risultato ottenuto con un paziente lavoro condotto in rete con la Regione per poter ottimizzare il trasporto ferroviario delle nostre città che guardano con attenzione, naturalmente, alla tratta TO-MI, ma anche all'asse Nord-Sud al fine di migliorare i servizi in vista degli ormai prossimi insediamenti. Da non scordare, inoltre, l'attenzione per l'ambiente che le linee ferroviarie elettrificate possono garantire e il tutto nell'ottica di continuare con una visione condivisa di vocazione territoriale".