testata per la stampa della pagina

AFFITTI CONCORDATI - Accordo Territoriale 2018

L'accordo è stato sottoscritto e depositato in Comune dai Sindacati dei Proprietari e dai Sindacati degli Inquilini il 10 luglio 2018.
 
L'accordo, firmato da Franco Repetto (Associazione Piccoli Proprietari Case), Claudio Noè (Confedilizia), Matteo Pozzi (Unione Piccoli Proprietari Immobiliari), Paola Zacchetti (ConfAbitare), Mario La Torre (ConfAppi), Bruno Pasero (Sunia - Cgil), Gian Paolo Demartini (Sicet - Cisl) e Arturo Toson (Uniat - Uil) e validato dal sindaco Titti Palazzetti, permette di ottenere una serie di agevolazioni per chi stipulerà contratti d'affitto conformi a quanto indicato nel documento.

 Il rinnovato Accordo Territoriale sostituisce quello stipulato il 18 marzo 2015 ed inoltre esso ha recepito quanto previsto dall'art. 1, c. 8 del D.M. 16-1-2017 Ministero Infrastrutture, G.U. n. 62 del 15-3-2017: "Gli accordi definiscono per i contratti non assistiti le modalità di attestazione, da eseguirsi, sulla base degli elementi oggettivi dichiarati dalle parti contrattuali a cura e con assunzione di responsabilità, da parte di almeno una organizzazione firmataria dell'accordo, della corrispondenza del contenuto economico e normativo del contratto all'accordo stesso, anche con riguardo alle agevolazioni fiscali."

Tra le principali opportunità dei contratti concordati c'è la possibilità di usufruire, per i proprietari, della cedolare secca al solo 10 per cento di tasse sull'affitto, mentre l'inquilino ha la certezza di usufruire di canoni agevolati senza aumenti per l'intera durata del contratto.Ulteriori agevolazioni, inoltre, sono previste per chi affitta immobili in classe energetica elevata: un incentivo, quindi, a ristrutturare gli alloggi con una particolare attenzione al risparmio energetico.
L'affitto concordato è una tipologia di contratto che consente sgravi fiscali per i proprietari e prevede canoni calmierati dando seguito a quanto disposto dalla legge 431/98 sulle locazioni e in attuazione del Decreto Ministeriale 16/01/2017.

In base all'Accordo Territoriale, l'intera area comunale viene divisa in quattro zone omogenee, rispettivamente:
A1 Centro Città (area compresa dalle vie): Lungo Po Gramsci, Viale XXV Marzo, Viale Morozzo, Via dei Grani, Via Candiani d'Olivola, Via Bertana, Via Crova, Strada Caduti Lager Nazisti, Via Martiri di Nassirya, Via Padre Pio, Via Visconti, Via Buzzi, Via Buozzi, Via Salita Sant'Anna, Via XX Settembre 
A2 Area Intermedia (area compresa dalle vie): Fiume Po, Argine Malpensata, Giardini pubblici via Rottigni, Corso Duca d'Aosta, Via Degiovanni, Via Rottigni, Strada Cimitero Ebraico, Via Negri, Strada Cavalcavia, Strada Caduti Lager Nazisti, Via Martiri di Nassirya, Via Padre Pio, Via Visconti, Canale Lanza, Via Puccini, Via Donizzetti, Via delle Primule, Ferrovia, Strada Asti, Corso Valentino, Zona Priocco, Zona Salita S. Anna, Via Sosso, Zona Ronzone, Viale Lungo Po, Quartiere Oltreponte.
A3 Area Esterna / Periferica: Borgata Rolasco, Vialarda, Frazione Roncaglia, Frazione San Germano, Frazione Popolo, Frazione Terranova, Santa Maria del Tempio
A4: tutte le restanti porzioni di territorio
Le vie indicate fanno completamente parte dell'area in cui sono inserite, come da cartografia facente parte integrante dell'accordo (All. C).
 
Per ciascuna area sono state individuate diverse sub fasce, tenuto conto delle tipologie degli appartamenti: per ogni sub fascia è stato quindi stabilito un valore minimo e un valore massimo, all'interno dei quali, secondo le caratteristiche dell'unità immobiliare e dell'edificio (dimensione degli alloggi, dotazioni strutturali, pertinenze, manutenzione e superficie, dotazione impianti tecnici ecc.) è concordato tra le parti il canone per il singolo contratto di affitto calmierato, che prevede una durata contrattuale minima di tre anni.

 

Documentazione

 
 
 

Se si è stipulato un contratto concordato è possibile usufruire dell'agevolazione Imu prevista dalla normativa vigente. L'applicazione dell'agevolazione deve essere comunicata all'Ufficio Tributi tramite il modello scaricabile cliccando qui.

 
 

 
 
 
Ultima Modifica: 09 Novembre 2018
Valuta questo sito: Rispondi al questionario